LECCO dal traliccio CRT (Pian Sciresa)
IN ARCHIVIO
News

Visita guidata ai laboratori IIP e al Plastics Smart Hub CESAP - 30 NOVEMBRE 2018

NUOVE DEROGHE DA REGIONE LOMBARDIA

Autotrasportatori. Contributo annuale 2019: come pagare

NUOVE LIMITAZIONE DEL TRAFFICO VEICOLARE IN LOMBARDIA

CONAI – CONSORZIO NAZIONALE IMBALLAGGI

Sicurezza in cantiere: la circolare ministeriale

Convenzione Tamoil: opportunità di risparmio per le imprese associate

Le attività dei servizi 2017

Conciliazione in festa con i bambini

Benefici e agevolazioni riconosciuti a seguito di acquisto e demolizione particolari veicoli

Le nuove opportunità di Fondartigianto

Gestione documentale impianti in manutenzione (terzo responsabile)

Le nostre proposte per tornare a crescere

Bando voucher conciliazione 2018

Conciliazione, servizio ponti scolastici pasquali

Scarica qui il Listino Costruzioni 2018

Nuove norme sui sacchetti per la spesa

Il 29 gennaio consulenze gratuite sul “lavoro agile”

Autotrasporto, divieti di circolazione 2018

CERCA QUI GLI ARTIGIANI APERTI AD AGOSTO

Orari estivi degli uffici Confartigianato Lecco

Scarica qui il Listino Costruzioni 2017

Scarica qui il Listino Costruzioni 2016

ANNUNCI

Raccolta firme in sede e nelle delegazioni

Cambio alla Direzione dell'Associazione

Il 28 gennaio in tutta Italia la protesta di artigiani e commercianti

Servizio "TELEMACO"

150 MANI COLLEZIONEITALIANA

La categoria "Nuove Tecnologie" si presenta

Tracciabilità dei prodotti del settore moda

Artigelato, il marchio di qualità del gelato artigianale

Odontotecnici di qualità

Confartigianato Alimentazione

SACCHETTI DI PLASTICA

facebook
stampa invia

Nuove norme sui sacchetti per la spesa

Dicembre 2017

Nuove norme sui sacchetti per la spesa Il Decreto Legge Mezzogiorno (DL 91/2017) convertito in Legge  3 agosto n. 123/2017, detta la normativa in merito ai sacchetti di plastica. 


Quelli forniti ai fini di igiene e come imballaggi primari per alimenti sfusi ( frutta, verdura, carne ecc ), dal 1 gennaio 2018 per essere a norma dovranno:

- essere biodegradabili e compostabili secondo lo standard internazionale Uni En 13432:2002 ( controllare quindi che vi sia questa specifica dicitura per essere certi che siano a norma)
- essere ceduti esclusivamente a pagamento: iva 22%, indicazione della relativa voce sullo scontrino fiscale
Dovranno anche contenere una percentuale crescente di carbonio biobased (secondo lo standard UNI Cen/Ts 16640): almeno il 40% dal 1 gennaio 2018, il 50% dal 1 gennaio 2020 e non inferiore al 60% da gennaio 2020; dovranno essere conformi alla normativa sull'utilizzo dei materiali a contatto con alimenti ed avere uno spessore ( della singola parete ) < 15 micron. Andranno riportati gli elementi identificativi del produttore e le diciture idonee ad attestare il possesso dei requisiti di legge.


In merito ai sacchetti riutilizzabili (  " plastica tradizionale " ) per il trasporto di merci e prodotti, devono anch'essi eseere ceduti a titolo oneroso ( D.Lgs 152/2006 ); inoltre:
- quelli con maniglia esterna devono avere uno spessore della singola parete superiore a 200 micron se forniti in esercizi che vendono anche generi alimentari e devono contenere almeno il 30%di plastica riciclata . Devono avere invece uno spessore superiore a 100 micron se vengono forniti in esercizi che vendono solo prodotti non alimentari, con una % di plastica riciclata di almeno il 10%. 
- quelli con maniglia interna devono avere uno spessore della singola parete superiore a 100 micron se forniti in esercizi che vendono anche generi alimentari e devono contenere almeno il 30%di plastica riciclata . Devono avere invece uno spessore superiore a 60 micron se vengono forniti in esercizi che vendono solo prodotti non alimentari, con una % di plastica riciclata di almeno il 10%. 
Anche in questo caso dovranno essere apposti gli elementi identificativi del produttore e le diciture idonee ad attestare il possesso dei requisiti di legge.

Restano escluse da questi obblighi le borse in carta e tessuto, comunque in materiali diversi dai polimeri.

La sanzione amministrativa pecuniaria prevista va da 2.500 euro a 25.000 euro per chi viola la legge

Per informazioni: Lisa Rossini Ufficio Ambiente, Guido Ciceri Ufficio Categorie tel 0341250200 



Copyright 2011 © Confartigianato Imprese Lecco  |  C.F. 83001360136  |  Credits  |  Privacy